Lavoro 9 May 2019 12:31 CEST

Imprese: Federmanager, domani assemblea nazionale, al via ‘Governance2020’

Roma, 9 mag. (Labitalia) – Federmanager intende rafforzare la governance delle grandi imprese italiane, pubbliche e private, attraverso una dotazione di manager altamente qualificati da candidare nei consigli di amministrazione e/o nei Collegi sindacali che andranno a rinnovo nella primavera del 2020. […]

Roma, 9 mag. (Labitalia) – Federmanager intende rafforzare la governance delle grandi imprese italiane, pubbliche e private, attraverso una dotazione di manager altamente qualificati da candidare nei consigli di amministrazione e/o nei Collegi sindacali che andranno a rinnovo nella primavera del 2020. Il piano si chiama ‘Governance2020′ e sarà presentato pubblicamente domani, venerdì 10 maggio, nell’ambito dell’assemblea nazionale Federmanager a Roma. Nella sua relazione annuale, il presidente federale, Stefano Cuzzilla, illustrerà le finalità del progetto con cui si selezioneranno e formeranno i manager appartenenti alla Federazione per supportarli nel loro percorso di candidatura.
L’iniziativa ‘Governance2020′, che si avvale del supporto di Spencer Stuart, società leader nella consulenza in tema di Corporate Governance, si sostanzia in una call ai manager iscritti alla Federazione che hanno maturato esperienze adatte a far parte degli organi amministrativi e di controllo di società quotate e delle più rilevanti società non quotate, sia pubbliche che private.
“Con questo progetto intendiamo dare un contributo concreto alle politiche generali -spiega il presidente Cuzzilla- Federmanager vuole diventare protagonista nell’evoluzione della governance delle aziende italiane e contribuire ai loro programmi di sviluppo, apportando al Sistema Paese la cultura del cambiamento e dell’innovazione attraverso l’esperienza e le competenze dei nostri manager”.
“A determinati livelli, chi si assume decisioni lo deve fare sapendo che dalle sue scelte può derivare un profitto per pochi oppure una crescita per molti”, afferma Cuzzilla, rilanciando un nuovo ruolo ai corpi intermedi: “Favorire l’avanzata dell’eccellenza, far prevalere il merito, contribuire alla competitività delle grandi aziende italiane”. Interverranno domani all’Assemblea nazionale Federmanager: Vincenzo Boccia, presidente Confindustria, Maurizio Casasco, presidente Confapi, Antonio Tajani, presidente Parlamento europeo, Riccardo Fraccaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta.