Cronaca 11 Feb 2019 17:00 CET

Dal cibo alla plastica, le innovazioni ‘5in5’ per la sostenibilità

Roma, 11 feb. (AdnKronos) – Cinque innovazioni tecnologiche per rimodellare la nostra società nel corso dei prossimi cinque anni, basate sulla combinazione di diverse discipline scientifiche. Obiettivo: rendere più sicura, più intelligente e più sostenibile ogni fase della filiera alimentare. Sono […]

Roma, 11 feb. (AdnKronos) – Cinque innovazioni tecnologiche per rimodellare la nostra società nel corso dei prossimi cinque anni, basate sulla combinazione di diverse discipline scientifiche. Obiettivo: rendere più sicura, più intelligente e più sostenibile ogni fase della filiera alimentare. Sono i 5in5 elaborati dai ricercatori di IBM.
I 5in5 includono spunti su come aiutare gli agricoltori a massimizzare i raccolti, snellire il trasporto e la distribuzione degli alimenti, frenare lo spreco che distrugge il 45% del nostro cibo, creare una rete di sicurezza per bloccare agenti patogeni e contaminanti e sviluppare nuovi metodi per riciclare la plastica.
La tecnologia favorisce risposte efficaci ed efficienti a queste problematiche attraverso nuovi algoritmi di intelligenza artificiale, dispositivi collegati tra loro in cloud, progressi nei settori della chimica e della microbiologia. Oltre a modi nuovi di considerare la sicurezza alimentare.
Dal campo alla tavola, passando per gli scaffali e arrivando ai rifiuti, ecco nel dettaglio gli ‘IBM 5in5 2019′ che saranno presentati in uno Science Slam durante l’IBM Think 2019 di San Francisco (diretta video mercoledì 13 febbraio dalle 19).
– ‘Twinning’: l’applicazione del modello virtuale ‘digital twin’ all’agricoltura aiuterà ad alimentare la popolazione in crescita con meno risorse;
– ‘Allarme spoiler’: grazie all’utilizzo combinato di tecnologie quali blockchain, Internet of Things (IoT) e intelligenza artificiale, sarà possibile per agricoltori e fornitori sapere esattamente quanto coltivare o ordinare per soddisfare la domanda;
– ‘Culture Club’: la mappatura dei microbiomi fornirà protezione dai batteri dannosi. Questo campo in rapida evoluzione, a cavallo tra big data e microbiologia, si basa sulla tecnologia del sequenziamento di nuova generazione (NGS) impiegata dai ricercatori per elaborare un database di riferimento grazie ad una partnership chiamata Consortium for Sequencing the Food Supply Chain, guidata da IBM;
– ‘Detective nel piatto’: i sensori basati sull’intelligenza artificiale rileveranno gli agenti patogeni di origine alimentare presenti nelle nostre case;
– ‘Chirurgia plastica’: un innovativo processo di riciclaggio darà nuova vita alla plastica usata. Questo passaggio sarà reso possibile da innovazioni come VolCat, un processo chimico catalitico che trasforma alcuni materiali plastici (chiamati poliesteri) in una sostanza che può essere direttamente riutilizzata dalle aziende di trasformazione.