Lavoro 17 Dec 2018 12:35 CET

Trasporti: Faisa Cisal, redatto primo ‘testo unico’ per tutela diritti lavoratori

Intervista al segretario generale Mauro Mongelli

Roma, 17 dic. (Labitalia) – “Un testo per accrescere la conoscenza dei dirigenti sindacali che credono nell’impegno e nella volontà di studiare per la tutela dei diritti dei lavoratori”. A dirlo, in un’intervista a Labitalia, Mauro Mongelli, segretario generale della Faisa-Cisal, spiegando l’obiettivo del volume contenente la normativa contrattuale e legislativa, nazionale e comunitaria, che riguarda gli autoferrotranvieri e internavigatori, funiviari, addetti ai servizi ausiliari per la mobilità, autonoleggi e dipendenti flixbus. “Abbiamo redatto – spiega – un libro che nei fatti va a coordinare il trasporto pubblico locale e la mobilità in generale. I riferimenti normativi partono dal 1931 e, quindi, c’è la necessità di orientarsi in questo ginepraio normativo. In effetti, lo abbiamo già fatto dieci anni fa, nel 2008, ma tali norme sono state superate da altre norme e da una contrattualità che doveva essere menzionata”.
“Abbiamo così deciso – afferma – di procedere a un aggiornamento compiuto rispetto al testo del 2008. Nonostante la disponibilità in formato digitale, molti ci chiedono la versione cartacea, in modo da poter procedere a una consultazione non in video. Il testo – aggiunge il segretario generale della Faisa Cisal – è stato stampato in diverse copie e stiamo cercando di diffonderlo in tutte le aziende del settore. Oltre che per i nostri iscritti, questo testo può essere visto da tutti i lavoratori. E’ un patrimonio di tutti e un valido strumento di consultazione che è giusto sia a disposizione di tutti; per questo è scaricabile, gratuitamente, on line dal nostro sito senza avere bisogno di inserire password”.
“La normativa del settore – continua – è sicuramente molta, anche perché si è passati da una stagione di rivendicazione, ad una di studio. Sono convinto che questo volume risulterà utile a tutti quei rappresentanti sindacali che credono che l’impegno e lo studio siano valori e azioni indispensabili per onorare al meglio la delega che tanti lavoratori conferiscono e conferiranno alla nostra organizzazione sindacale”.