Lavoro 26 Nov 2018 15:07 CET

Ponte Morandi, Consulenti: “‘Verso il Festival del lavoro’ a Genova per far ripartire infrastrutture ed economia

Roma, 26 nov. (Labitalia) – “Vogliamo accendere i riflettori su Genova. Genova che è simbolo dell’Italia che dice: ‘Abbiamo bisogno di investimenti sulle infrastrutture’. E da Genova può ripartire l’intero Paese, ritornando a investire in infrastrutture per far ripartire economia e lavoro”. Così Rosario […]

Roma, 26 nov. (Labitalia) – “Vogliamo accendere i riflettori su Genova. Genova che è simbolo dell’Italia che dice: ‘Abbiamo bisogno di investimenti sulle infrastrutture’. E da Genova può ripartire l’intero Paese, ritornando a investire in infrastrutture per far ripartire economia e lavoro”. Così Rosario De Luca, presidente della Fondazione studi dei consulenti del lavoro, annuncia, a Labitalia, che il 26 e 27 febbraio 2019, a Palazzo Ducale, a Genova, si terrà ‘Verso il Festival del lavoro 2019’, l’evento, organizzato dai professionisti, che anticiperà i temi che saranno al centro della decima edizione del ‘Festival del lavoro’, in programma il 20, 21 e 22 giugno al Mico a Milano.
‘Verso il Festival’ è un’occasione “per portare la manifestazione sul territorio – spiega De Luca – ma il messaggio più importante che vogliamo lanciare è che con la ricostruzione del ponte Morandi l’Italia può rimettere in moto l’economia e l’occupazione”.
Secondo i consulenti del lavoro, “con il crollo del Ponte Morandi non è crollato solo un ponte, facendo una strage immensa, ma è crollato anche l’intero sistema infrastrutturale italiano che è fatto di opere vecchie 30-40 anni, e anche oltre, e sulle quali in questi anni è stata realizzata solo, nel migliore dei casi, ordinaria manutenzione, quando invece servirebbero interventi straordinari e la costruzione di nuove opere”.
Per questi motivi, rimarca De Luca, “il messaggio che vogliamo lanciare in questa due giorni da Genova, ripeto, è proprio quello di ritornare a investire in infrastrutture per far ripartire economia e lavoro”. “Mettendo più risorse sulle opere pubbliche, infatti, ripartirebbe il settore dell’edilizia, con la creazione di nuovi posti di lavoro e di conseguenza l’aumento dei consumi”, avverte.
E la ‘due giorni’, seguirà lo schema già sperimentato con il ‘Festival del Lavoro’. “Ci saranno incontri e confronti -spiega- con membri delle istituzioni, politici, amministratori locali, esperti. Discuteremo del Codice appalti, del dl Genova, e di tanto altro”.
“E nel secondo giorno dell’evento, il 27 febbraio, si celebrerà il congresso di categoria regionale e sarà quindi l’occasione per confrontarci anche con temi e ospiti locali. E anticipiamo che al tema delle infrastrutture sarà dedicata un’intera sessione al ‘Festival del lavoro’ di giugno”, conclude.