Cronaca 13 Jun 2018 13:52 CEST

Lombardia: Bankitalia, Pil +1,7% nel 2017 ma resta gap con ‘rivali’ Ue (2)

(AdnKronos) – Nell’industria la produzione, in espansione dal 2013, è cresciuta del 3,7%, accelerando rispetto al 2016. Gli investimenti hanno registrando una crescita del 4,8%. Le imprese hanno usufruito delle agevolazioni fiscali sugli investimenti, in particolare del super-ammortamento, a cui […]

(AdnKronos) – Nell’industria la produzione, in espansione dal 2013, è cresciuta del 3,7%, accelerando rispetto al 2016. Gli investimenti hanno registrando una crescita del 4,8%. Le imprese hanno usufruito delle agevolazioni fiscali sugli investimenti, in particolare del super-ammortamento, a cui ha fatto ricorso oltre il 62% delle imprese, e dell’iper-ammortamento, utilizzato da circa il 26% degli operatori. Nel 2017 circa il 50% delle imprese industriali ha investito in tecnologie digitali avanzate che realizzano forme di automazione e di interconnessione dei processi produttivi (la cosiddetta Industria 4.0).
Nelle costruzioni il fatturato ha iniziato a mostrare variazioni positive (3,1 per cento), accompagnate da un miglioramento del ciclo immobiliare (le compravendite sono aumentate del 5,5%, le quotazioni dell’1%). È cresciuto il numero delle start up innovative e nel biennio 2016-17 il numero delle domande di brevetto “è salito a 143 per milione di abitanti, un valore doppio rispetto a quello dell’Italia e lievemente superiore anche a quanto registrato nella media dei paesi dell’Unione europea”.
Le esportazioni di beni sono aumentate (7,5% a valori correnti); secondo le indagini Banca d’Italia, quasi l’80% delle aziende dell’industria e dei servizi ha conseguito un utile nel 2017. I prestiti bancari sono cresciuti (1,6% su base annua a dicembre): più finanziamenti alle imprese della manifattura e dei servizi (4,2% e 3,1%, rispettivamente), a quelle di medie e grandi dimensioni (2,1% a dicembre). L’espansione è proseguita anche nella prima parte del 2018 (2,6% la variazione annua a marzo). Aumentata la diversificazione delle fonti di finanziamento, con maggior ricorso al mercato obbligazionario: le emissioni nette hanno superato i 16 miliardi.