Lavoro 1 Dec 2017 15:21 CET

Poletti: “Professioni vanno sostenute, aiutare ingresso giovani”

Roma, 1 dic. (Labitalia) – “È necessario sostenere l’ingresso dei giovani nel mondo delle professioni. In questi anni, in Europa, le professioni hanno aumentato il loro peso e accresciuto il numero degli addetti. Le professioni sono la sede delle conoscenze e delle competenze tecnico-specialistiche”. […]

Roma, 1 dic. (Labitalia) – “È necessario sostenere l’ingresso dei giovani nel mondo delle professioni. In questi anni, in Europa, le professioni hanno aumentato il loro peso e accresciuto il numero degli addetti. Le professioni sono la sede delle conoscenze e delle competenze tecnico-specialistiche”. Lo ha detto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, intervenendo alla riunione straordinaria del Cese sulle professioni al Campidoglio, a Roma.
Per Poletti, che ha sottolineato il contributo dato da “Marina Calderone, rappresentante del governo italiano al Cese per le libere professioni”, il manifesto europeo dei professionisti “può aiutare verso una cultura condivisa delle professioni, che viene prima delle leggi”.
Secondo il ministro del Lavoro, “è importante l’Europa si misuri con questi ambiti e lo faccia anche l’Italia, che lo ha fatto in questi anni con interventi sulle libere professioni, dalle pensioni al lavoro”. “Le professioni possono essere un buon futuro per lo sviluppo dei giovani”, ha concluso.