Cronaca 21 Apr 2017 12:04 CEST

25 aprile: Mattarella, meriti incancellabili di chi ha ridato libertà a Italia

Roma, 21 apr. (AdnKronos) – “Questi giorni riportano al sacrificio e ai meriti storici incancellabili, da rammentare costantemente, di chi ha restituito al nostro Paese la dignità e la libertà”, ponendo fine ad un “periodo oscuro, che aveva stravolto la fisionomia del nostro Paese, con le leggi razziali, […]

Roma, 21 apr. (AdnKronos) – “Questi giorni riportano al sacrificio e ai meriti storici incancellabili, da rammentare costantemente, di chi ha restituito al nostro Paese la dignità e la libertà”, ponendo fine ad un “periodo oscuro, che aveva stravolto la fisionomia del nostro Paese, con le leggi razziali, con la soppressione delle libertà, con l’accantonamento e la compressione del rispetto dei valori umani e della dignità di ciascuno”. Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando al Quirinale le associazioni combattentistiche e d’arma in occasione delle celebrazioni per l’anniversario della Liberazione.
Si tratta, ha detto ancora il Capo dello Stato, di “passaggi storicamente fondamentali per il nostro Paese. Giornate come queste ci riconducono alle origini della nostra democrazia e della nostra convivenza, al sacrificio dei tanti che persero la vita per la libertà, per ridare all’Italia la sua dignità: decine di migliaia di persone, di militari, partigiani, tante medaglie d’oro, tra queste tante donne, ragazzi, tanti deportati, militari che vollero conservare la dignità di cittadini del nostro Paese”.
“Si tratta di una quantità di storie personali che hanno fatto in quel periodo la storia nazionale e che costituiscono la base di questo che è il nostro presente. Un percorso da rammentare: custodirne la memoria, tramandarla, trasferirla, significa rinverdire e conservare le origini della nostra democrazia. Questi valori -ha concluso Mattarella- sono oggi particolarmente da ribadire e difendere alla luce dell’attacco terroristico”.