Lavoro 9 Feb 2017 18:28 CET

Anorc Professioni, esperti digitalizzazione e privacy devono lavorare insieme

Roma, 9 feb. (Labitalia) – “I professionisti della digitalizzazione e i professionisti della privacy, mai come in questo periodo, devono abituarsi a lavorare insieme”. A dirlo oggi Andrea Lisi, presidente di Anorc Professioni, durante il convegno ‘Il modello di governance digitale: la Pa incontra il […]

Roma, 9 feb. (Labitalia) – “I professionisti della digitalizzazione e i professionisti della privacy, mai come in questo periodo, devono abituarsi a lavorare insieme”. A dirlo oggi Andrea Lisi, presidente di Anorc Professioni, durante il convegno ‘Il modello di governance digitale: la Pa incontra il mercato’.
“Questi professionisti -spiega- non iscritti in alcun albo professionale hanno la possibilità di farsi rappresentare da Anorc Professioni che li valuta in base alle loro professionalità e competenze. I professionisti a cui ci rivolgiamo sono i digital preservation officer che sono i coordinatori del sistema documentale, che comprende la formazione del documento fino alla sua conservazione, e i digital privacy officer che dovrebbero, invece, assistere le aziende e le pubbliche amministrazioni dal punto di vista della protezione dei dati nei processi di digitalizzazione”.
“Una figura, quest’ultima, inserita -chiarisce Lisi- nel Regolamento 279 del 2016. Accanto a queste due figure coesiste un terzo profilo più manageriale che è il chief digital officer di coordinamento strategico dell’intero modello organizzativo e procedurale. Le Pa si rivolgono, nella ricerca di queste figure, a soggetti aventi competenze squisitamente informatiche mentre, invece, che sarebbe opportuno affidarsi a soggetti con competenze di natura multidisciplinare e con forti capacità manageriali”.